"Il cambiamento richiede che tu diventi consapevole del tuo sé subconscio". Dott. Joe Dispenza

La fotografia come mezzo di espressione personale è oggi onnipresente. I social media e gli smartphone consentono di utilizzare le foto per parlare direttamente di sé. Sullo sfondo dell’identità ci sono le immagini mentali che determinano con quali ruoli e strategie, nonché modelli comportamentali una persona appare e agisce nel suo ambiente. Con Foto-Flow diventa facile trovare l’accesso diretto a queste immagini, così da riflettere e chiarire consapevolmente temi o problemi che si vuole affrontare o risolvere attraverso un percorso di coaching.

ORIGINE

Ho ideato Foto-Flow dopo un corso di formazione con Judy Weiser. Judy è riconosciuta a livello mondiale ed è una pioniera nella fototerapia. Lavora come psicologa, arteterapeuta, consulente, formatrice e autrice. L’incontro con il suo metodo di fototerapia mi ha ispirata e spinta a trovare la mia modalità di utilizzo delle fotografie nello spazio del coaching, nella consulenza e nei progammi di mentoring.

Da ormai nove anni lavoro con successo utilizzando Foto-Flow nel campo clinico sociale e manageriale.

Temi & Aree di applicazione

Foto-Flow si basa sulla essenzialmente sulla combinazione di foto e domande sistemiche. Anche tecniche creative fanno parte del metodo, quando e se lo si desidera.

Le immagini suscitano emozioni e ricordi che vengono percepiti inconsapevolmente. Con Foto- Flow viene dato spazio e voce a quelle sensazioni. Grazie all’intervenzione mirata delle mie domande si possono:

  • Portare in consapevolezza bisogni e desideri finora inespressi
  • Aquisire una visione olistica della situazione attuale
  • Accrescere l’autoriflessione
  • Analizzare le risorse attuali e il  potenziale inespresso
  • Definire delle strategie di crescita personale e/o professionale